L’AGRICOLTURA BIOLOGICA BUONA, SANA E…BELLA.

I vigneti della tenuta Marchese Luca Spinola quest’anno ad aprile hanno avuto un momento di grande bellezza, con una fioritura particolarmente colorata e rigogliosa. Vi chiederete come può un vigneto essere fiorito…la risposta è semplice: grazie al sovescio, un’antica pratica agraria che prevede la semina di erbe in purezza, cioè tutte dello stesso tipo, oppure consociate, cioè un mix di erbe diverse, che una volta fiorite verranno poi totalmente interrate quale concime pienamente naturale. Il beneficio primario del sovescio nel vigneto, infatti, è quello di migliorare la fertilità del terreno in modo naturale, cui si aggiungono altri vantaggi come il controllo delle erbe infestanti e il contenimento dell’erosione, il tutto a favore della biodiversità.

Il sovescio è quindi una tecnica di fertilizzazione indispensabile in agricoltura e viticoltura biologica, in quanto il terreno non è una fonte inesauribile di nutrienti, anzi gli elementi che lo compongono, per quanto ricchi, sono destinati ad esaurirsi nel tempo ed è pertanto necessario mantenere costantemente “vivo” il terreno mediante l’apporto dei nutrienti persi.

Chi pratica un’agricoltura biologica, come avviene nella tenuta Marchese Luca Spinola, anziché ricorrere alla concimazione di sintesi si affida a quella naturale tramandata di generazione in generazione, come quella offerta dal sovescio: una tecnica che rende i vigneti sani e ancora più belli!